Alberto Bile

Alberto Bile
3 ARTICOLI 0 Commenti
Nato a Napoli nel 1987, si laurea in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale all'Università di Bologna con la tesi “Bogotà 2012. Realtà immaginari urbani”, dopo una carriera universitaria “in viaggio” tra Napoli, Salamanca, Barcellona e Bogotà. Dal 2014 scrive di Mediterraneo e America Latina su Erodoto108 e sui blog personali www.ovunquevada.it e www.unacolombia.com. Nel 2015 crea la campagna di crowdfunding “Arrebol, luci sulla Colombia” per realizzare il viaggio descritto nel libro. Con Dante&Descartes cura la traduzione in spagnolo de “I portatori di libri” di Ettore Mo e pubblica nel 2016 “Libri a dorso d'asino. Storie e strade colombiane”. Nello stesso anno parte per il servizio civile in Argentina. Torna in Italia, come dice il poeta, “más viejo sí...¡pero con más canciones!”.

Una Colombia

Cartagena de Indias (fuori e dentro la mappa) All’ufficio turistico non hanno una mappa della città. Solo del centro storico e di Getsemani, che rappresentano più o meno la trentesima parte dell’insieme. E tutto il resto? «No, lì non c’è niente da vedere....
«Che cos’è una città? Le case? La luce? I cammini che si sono fatti come le linee del destino sul palmo di una mano? O la memoria che si ha delle emozioni avute? E tu dove hai la tua stella? In quale memoria trovi il tuo orientamento? Dove...

Split

Penetrare fino al centro del Palazzo di Diocleziano, ricevuti dall’imperatore stesso. D’estate sarà un catino di turisti, ma fuori stagione, magari di notte, il peristilio è scenario di misteri. Basta non farne un luogo di semplice passaggio, ma sedersi a lungo, osservare. Alcuni lo fanno con una lattina di...